menu principale
04 ottobre 2021

La revisione degli estintori: periodicità e iter di lavoro

La revisione degli estintori: chi se ne occupa? Ogni quanto? E' obbligatoria? Chiedete aiuto ad Antincendio di Proteggi.

Manutenzione Estintori
L’estintore è un’apparecchiatura che serve allo scopo di spegnere il fuoco, agisce attraverso l’emissione di prodotti (chiamati appunto agenti estinguenti) che vanno a togliere ossigeno, soffocare i materiali in combustione oppure raffreddare la temperatura in modo da impedire la propagazione e la continuazione della fiamma stessa.
Tali apparecchi possono essere classificati in diversi modi, ovverosia in base a:
- Il tipo di agente estinguente
- La carica di agente estinguente
- Il sistema di propulsione
- La trasportabilità
- Il metodo di impiego
Qualunque sia la classificazione scelta, ciò che rimane costante è che tali dispositivi antincendio vadano sottoposti a manutenzione e la frequenza la stabilisce proprio la legge. Oggi parliamo di una delle fasi obbligatorie: la revisione estintori.


Ogni quanto deve essere effettuata la revisione estintori

Questa fase consiste in una serie di interventi di natura tecnica, le cui tempistiche sono regolate dalla norma antincendio:
  • ogni 24 mesi per gli estintori ad acqua o a schiuma, aventi un serbatoio in acciaio al carbonio plastificato
  • ogni 36 mesi per gli estintori a polvere
  • ogni 48 mesi per gli estintori ad acqua o a schiuma, i cui serbatoi sono in acciaio inox
  • ogni 60 mesi per gli estintori a CO2
  • ogni 72 mesi per gli estintori ad idrocarburi alogenati

La revisione estintori è una pratica molto importante, poiché sono previsti interventi tecnici piuttosto specifici. In particolare:
1. è necessario esaminare l'interno degli apparecchi
2. bisogna controllare tutte le parti e le componenti strutturali
3. occorre sostituire i dispositivi di sicurezza, qualora fossero presenti
4. bisogna provvedere alla sostituzione dell'agente estinguente, delle guarnizioni e delle valvole erogatrici (laddove presenti).
Per tali ragioni la revisione va effettuata da persona competente, intendendosi, con tale definizione, una persona dotata della necessaria formazione ed esperienza, che ha accesso ad attrezzature, apparecchiature, nonché ad informazioni, manuali e conoscenze significative di qualsiasi procedura speciale raccomandata dal produttore degli estintori e che è dunque in grado di eseguire le procedure di manutenzione previste dalla normativa in materia.
Manutenzione estintori in corso
Il laboratorio di manutenzione estintori


Compiti da assolvere a seguito della revisione estintori

Una volta effettuati tali controlli, gli estintori devono essere perfettamente rimontati e riportati in stato di piena efficienza. Deve essere riportata la data del controllo e il nominativo dell’azienda che ha effettuato la revisione. Questi dati devono essere resi visibili sia all'interno che all'esterno. I ricambi eventualmente utilizzati non devono alterarne la conformità (devono rimanere conformi al prototipo che ha ottenuto l'approvazione e l'omologazione da parte del Ministero dell'Interno). In caso contrario infatti, qualora la sostituzione di un elemento dovesse comportare delle modifiche, essi risulterebbero automaticamente non omologati e, pertanto, non conformi alla legge.
Desideriamo sottolineare che la pena per chi non si adegua alla normativa estintori sono piuttosto pesanti. In caso di omissioni relative alla manutenzione - si è passibili di una sanzione pecuniaria che va da 2.000 € a 10.000 €  o di arresto da 3 a 6 mesi.


Manutenzione degli estintori: affidatevi a Proteggi

Come abbiamo già specificato, la revisione degli estintori deve essere effettuata da personale specializzato e competente. Si è quindi soliti affidarsi ad aziende terze competenti in materia, in modo che ogni passaggio possa essere compiuto in maniera sicura e professionale, garantendo così la piena funzionalità del dispositivo e con esso la protezione di persone ed immobili. Se siete alla ricerca di un’azienda alla quale affidarvi per la revisione dei vostri dispositivi antincendio, Proteggi Fire è la scelta che fa per voi! I nostri tecnici professionisti sono formati per operazioni di manutenzione su tutte le tipologie di dispositivi, dagli estintori agli impianti antincendio. All’interno delle pratiche di manutenzione si inserisce infatti anche la revisione. Le fasi della manutenzione sono rispettivamente:
●    controllo iniziale
●    sorveglianza
●    revisione
●    collaudo
Tra queste la sorveglianza non è una vera e propria fase manutentiva regolamentata ma piuttosto una pratica di controllo per accertarsi che l’estintore sia ancora presente, in buona stato e che non vi siano degli ostacoli che ne impediscano l’accesso. Per questo motivo la sorveglianza può essere effettuata da tutti i lavoratori ed in caso venissero notificati danneggiamenti più importanti, si passerà alla revisione degli estintori da parte di personale specializzato.
Infine, troviamo la manutenzione straordinaria che occorre solo in casi speciali o emergenziali, come la rottura di un dispositivo.
 
Articoli correlati
torna al blog
Autore
Articolo scritto da: PROTEGGI
CONDIVIDI
Articoli recenti
Estintori
Estintori antincendio portatili e carrellati
PROTEGGI 22 novembre 2021
Impianti antincendio - Assistenza
Manutenzione impianti antincendio idranti e naspi a Milano
PROTEGGI 15 novembre 2021
Prodotti - Porte tagliafuoco
I ricambi per porte tagliafuoco targati Proteggi Fire
PROTEGGI 02 novembre 2021
Prodotti
Caratteristiche e normative delle manichette antincendio
PROTEGGI 18 ottobre 2021
Articoli popolari
Estintori proteggi
  • Estintori
Estintori antincendio portatili e carrellati
PROTEGGI22 novembre 2021
Manutenzione idranti
  • Impianti antincendio
  • -
  • Assistenza
Manutenzione impianti antincendio idranti e naspi a Milano
PROTEGGI15 novembre 2021