menu principale

Manutenzione estintori

La manutenzione degli estintori portatili e carrellati, pacchetti personalizzati per le esigenze delle aziende.

Condividi sui social

Gli estintori sono tra i dispositivi più efficaci a disposizione dell’uomo per combattere gli incendi. E’ forse lo strumento più diffuso, più semplice e più immediato da usare, perfetto per qualsiasi edificio ma anche per la propria casa, l’auto o anche la barca. E’ importante prevedere una costante manutenzione degli estintori per mantenerli sempre in stato di efficienza, in modo tale da garantire sicurezza alle persone e anche alla struttura e al materiale contenuto.

  1. Il controllo iniziale

    Il controllo iniziale è un esame che effettua l’azienda di manutenzione che subentra per accertarsi che tutti gli estintori siano omologati, non siano fuori servizio, vi siano le iscrizioni e le marcature previste e sia presente il libretto d’uso e di manutenzione. E’ un controllo prima della presa in carico degli estintori.

  2. La sorveglianza

    Con frequenza mensile, l’addetto antincendio interno all’azienda deve verificare che tutti gli estintori siano integri, visibili, utilizzabili, non manomessi e senza anomalie strutturali, posti in un luogo facilmente accessibile privo di ostacoli e sia presente cartellino di manutenzione.

  3. Il controllo periodico

    A cura della ditta esterna specializzata, con frequenza massima di 6 mesi, il controllo periodico prevede la verifica dell’efficienza degli estintori portatili e carrellati attraverso accertamenti quali verifica del peso e dello stato della carica, controllo della pressione permanente e della pressione interna, esame della bombola di gas per gli estintori pressurizzati, etc. Tutte le attività devono essere riportate nell’apposito registro, così come anche sul cartellino di manutenzione con punzonatura.

  4. La revisione programmata

    A cura sempre della ditta specializzata, la revisione prevede una serie di interventi tecnici come l’esame dell’interno dell’apparecchio, il controllo funzionale delle parti, il controllo dei componenti, la sostituzione dell’agente estinguente e delle guarnizioni, il controllo degli assali e delle ruote, e altro ancora. La frequenza varia in base alla tipologia di agente estinguente: 18 mesi gli estintori a schiuma, 36 mesi estintori a polvere, 60 mesi gli estintori a CO2.

  5. Il collaudo

    L’azienda esterna specializzata effettua il collaudo agli estintori per verificare la stabilità del serbatoio o della bombola dell’estintore e in quel caso viene sostituita anche la valvola erogatrice. La frequenza è 10 anni per gli estintori a CO2 e 12 anni per gli estintori a schiuma e a polvere marchiati CE (6 anni se non lo sono).

Per venire incontro alle esigenze di ogni azienda, abbiamo preparato dei pacchetti di manutenzione estintori personalizzati.

Comprende l’uscita semestrale dei tecnici manutentori certificati UNI 9994-2, il controllo del funzionamento degli apparecchi, la messa a punto, la verifica della presenza delle istruzioni d’uso e del libretto di manutenzione, la verifica delle scadenze di revisione e collaudi, il controllo dell’accessibilità e l’aggiornamento del registro.

Scarica il programma completo Sei interessato a questo per la tua Azienda? Contattaci!

A tutte le operazioni del pacchetto Standard è aggiunta la fornitura immediata degli estintori in comodato d’uso e la sostituzione in caso di vetustà e obsolescenza.

Scarica il programma completo Sei interessato a questo per la tua Azienda? Contattaci!

A tutte le operazioni del pacchetto Standard sono aggiunti: la sostituzione degli agenti estinguenti nei tempi indicati dalla legge, la sostituzione dei componenti dell’estintore che non garantiscono un buon funzionamento (per vetustà) e la sostituzione degli apparecchi non più idonei con altri nuovi al solo costo di rigenerazione.

Scarica il programma completo Sei interessato a questo per la tua Azienda? Contattaci!

A tutte le operazione del pacchetto Standard sono aggiunti: la fornitura immediata di estintori in comodato d’uso, la sostituzione degli agenti estinguenti nei tempi indicati dalla legge, i collaudi idrostatici INAIL delle bombole, i collaudi idrostatici UNI 9994-1 dei serbatoi, la sostituzione degli apparecchi in caso di vetustà e obsolescenza.

Scarica il programma completo Sei interessato a questo per la tua Azienda? Contattaci!

  • NORMA UNI 9994 - Parte 1:

    Apparecchiature per estinzione incendi -Estintori di incendio - Controllo iniziale e manutenzione

  • NORMA UNI 9994 - Parte 2:

    Apparecchiature per estinzioni incendi -Estintori di incendio -Requisiti di conoscenza, abilità e competenza del tecnico manutentore di estintori d’incendio

  • D.Lgs.81/08:

    Testo unico in materia di sicurezza sul lavoro

  • D.M. 10/03/98 Art. 4:

    Controllo e manutenzione degli impianti e delle attrezzature antincendio

  • D.M. 07/01/05:

    Norme tecniche e procedurali per la classificazione ed omologazione di estintori portatili di incendio.

inviaci la tua richiesta